Attività 2013
  • “Da zero in poi…”: prosegue il progetto condotto dalla dott.ssa Marzia Minelli, che prevede spazi di sostegno, consulenza e formazione alle famiglie, bambini e ragazzi. Gli incontri possono essere richiesti dalle singole famiglie piuttosto che da operatori del sociale e potranno essere indirizzati a qualsiasi problematica possa nascere intorno alla sindrome di Down. Gli incontri sono gratuiti e possono essere organizzati al domicilio del richiedente.
  • Referente Scolastico: progetto dedicato all’integrazione nella scuola delle persone con Sindrome di Down; il referente ha il compito di affiancare tutte le situazioni scolastiche segnalate e collaborare con le istituzioni che fanno capo agli inserimenti scolastici. La figura del referente avrà anche il compito di portavoce per le famiglie ai tavoli politici scolastici. Il referente interviene a richiesta ma sempre nel rispetto delle famiglie coinvolte.
  • “Grandi emozioni” Corso d’autonomia 2013: il progetto, nato per sviluppare le autonomie dei preadolescenti e dei ragazzi/adulti con sindrome di Down, iniziato ad Ottobre 2012, prosegue fino a Maggio 2013. Il percorso che vede coinvolti 5 ragazzini preadolescenti e 12 adulti, nasce dalla richiesta sempre costante delle famiglie di aiutare i propri figli a ampliare le loro autonomie d essere il più “capaci di fare da soli” possibile. Il progetto rappresenta il proseguimento dei progetti d'autonomia precedenti. Il progetto, finanziato in parte dal Comune di Mantova, si articola in incontri settimanali di 3/4 ore, differenziati per età e prevede la partecipazione ad almeno 2 eventi per gli adulti.
  • D come Down… D come Domani: grazie al contributo della Fondazione Comunità Mantovana ONLUS è in fase di realizzazione questo progetto che prevede:
  • Sportello D: spazio dedicato all’informazione su temi di interesse per le persone con Sindrome di Down e le loro famiglie. Lo spazio è gestito da volontari che sono presenti tre giorni alla settimana a seconda delle esigenze, presso la sede dell’Associazione. Lo “SPORTELLO D”, contattabile anche telefonicamente o tramite internet,  può essere un valido riferimento per avere informazioni di carattere assistenziale, di tutela, notizie riferite alla scuola, al lavoro, alla residenzialità e al tempo libero delle persone con sindrome di Down. La segreteria, attraverso la realizzazione di un percorso condiviso con Regione Lombardia, potrà disporre di un collegamento diretto alle banche dati della regione rispetto al mondo della disabilità, venendo aggiornata quotidianamente sulle novità che possono riguardare i bambini, ragazzi e famiglie dell'Associazione.
  • Gruppo D: spazio dedicato alle famiglie delle persone con sindrome di Down. Sono previsti incontri periodici dei partecipanti, presso la sede Aipd Mantova, supervisionati da un mediatore, per la condivisione e il supporto in merito ad alcune tematiche importanti per le famiglie. Tra i temi proposti: la scuola con i passaggi tra i vari ordini e il mondo degli adulti, quali difficoltà incontrano i ragazzi adulti all'uscita dal mondo scolastico. Altre tematiche saranno trattate a richiesta dei partecipanti ed in base allo sviluppo degli incontri stessi.
  • Down Babies: l'obiettivo dei laboratori è quello di sperimentare l'impiego della Ludoterapia intesa come contesto a valenza relazionale-educativa connotato da innovatività, che sfrutta la dinamica del gruppo ma pone attenzione alle esigenze individuali. Il progetto si pone il fine di migliorare le competenze individuali e rendere più accessibile il mondo sociale ai bambini con Sindrome di Down, investendo sulle loro abilità. 
  • Inserimenti lavorativi: l'Associazione ha deciso anche quest'anno di sostenere i percorsi lavorativi degli adulti con sindrome di Down, continuando i percorsi di formazione al lavoro intrapresi grazie alla convenzione con la Provincia di Mantova che, permette ad Aipd di operare in ambito lavorativo. Continua la formazione tramite incontri mirati sul territorio, in merito al tema lavoro, di qualche volontario. Attraverso i percorsi condivisi con Provincia di Mantova si stanno realizzando: 
    • Giulia alla CIR: tirocinio formativo di Giulia presso la mensa scolastica di Curtatone, supportato in una prima fase da un’educatrice. Il percorso è supervisionato dal referente del progetto che supporta il lavoratore, la famiglia e l'azienda ospitante in qualsiasi difficoltà possa essere riscontrata.
    • Francesco al lavoro: è iniziato nel 2012 e proseguirà fino al termine dell’anno scolastico il tirocinio lavorativo di Francesco presso una mensa scolastica di San Giorgio. Anche in questo caso il tirocinante è seguito da un’educatrice e dalla referente del progetto.  

Progetti nazionali operativi da Ottobre anche in AIPD Mantova

  • “Il gruppo giovani”: attivo da Ottobre 2013 il progetto è finalizzato ad aumentare le autonomie dei preadolescenti con sindrome di Down. Il percorso, indirizzato ai ragazzini di età compresa tra i 12 e i 15 anni circa, prevede un lavoro mirato a sostenere le capacità dei ragazzini di essere il più possibili capaci di prendersi cura della propria persona in maniera autonoma e di sviluppare piccole autonomie in un contesto di gruppo fra pari. Il progetto è indirizzato anche alle famiglie degli stessi ragazzini perché prendano maggiore coscienza delle capacità dei propri figli, e riescano a sostenere meglio il loro percorso verso una vita autonoma. Il progetto prevede la supervisione di un coordinatore e un educatore ogni 3 ragazzi + la partecipazione di uno o più volontari.
  • “Il Club dei ragazzi”: attivo da Ottobre, coinvolge i ragazzi dai 15 ai 18 anni circa in un percorso mirato allo sviluppo di capacità d'autonomia indirizzate a ragazzi: uso del cellulare, uso del denaro per acquisti fino ai 10/20 euro, uso dei mezzi pubblici, spostamenti autonomi sul territorio, competenze domestiche e condivisione di un gruppo anche attraverso la partecipazione ad eventi extra orario club. Il percorso, naturale proseguimento del precedente “gruppo giovani”, si articola in un incontro settimanale in sede più alcuni incontri mirati per il sostegno dei genitori. Il progetto potrebbe prevedere alcune uscite extra. Il progetto è coordinato da un supervisore e sostenuto da un educatore ogni 3/4 ragazzi + eventuali volontari.
  • ATL: Agenzia del tempo libero: per venire incontro alle esigenze dei ragazzi che hanno frequentato i percorsi di autonomia maturando buone capacità di gestione autonoma, AIPD Mantova ha deciso di sostenere la realizzazione dell’Agenzia del Tempo Libero. Il progetto vedrà coinvolti ragazzi dai 18/20 anni che, attraverso la supervisione di un coordinatore, si incontreranno con una cadenza settimanale per realizzare uscite o attività a loro scelta. Diversamente dai progetti d'autonomia precedenti, le attività saranno direttamente organizzate dai giovani e decise anche al di fuori dall'orario normalmente proposto. La sede sarà solo la base per i loro spostamenti. Il progetto intende sviluppare nei giovani la capacità di gestirsi in maniera completamente autonoma anche nelle scelte quotidiane. Il percorso vedrà anche la realizzazione di incontri mensili per i genitori indirizzati a sostenere il percorso di distacco dai figli e la presa di coscienza delle problematiche adulte che si possono riscontrare: sostenere l'attività lavorativa, gli innamoramenti, le scelte di vita indipendente...Il progetto è coordinato da un supervisore che, assieme ad un operatore e ad un volontario affiancheranno i giovani nelle attività sostenendo la loro autonomia.


Altri progetti in atto e previsti

  • Laboratorio teatrale: prosegue il laboratorio teatrale coordinato da Teatro Magro. Il progetto realizzato per il tempo libero, con lo scopo di migliorare le capacità ci confronto e relazione dei ragazzi con sindrome di Down, è realizzato in collaborazione con altre associazione di persone con disabilità del territorio. Il progetto dovrebbe proseguire fino a Maggio e riprendere ad Ottobre. Saranno realizzati all'interno del percorso piccole performance dimostrative.
  • Progetto vacanze per i giovani con sindrome di Down: lo scopo del progetto è quello di migliorare sempre più le competenze dei ragazzi con SD rispetto all'essere adulti e al vivere in maniera autonoma, in un ambiente divertente come la vacanza al mare in compagnia di amici. Per l'estate 2013 è prevista una settimana di vacanza in struttura semi-alberghiera per permettere ai giovani di stare assieme in un ambiente confortevole, ma permettendo loro di sviluppare le proprie capacità anche attraverso il divertimento e il gioco.
  • “ Le uscite del sabato sera”: percorso pensato per sostenere il gruppo dei giovani nel tempo libero e soprattutto il sabato sera, momento in cui tutti i giovani si incontrano con i gruppi di amici. I ragazzi che hanno già partecipato ai progetti d'autonomia, si incontreranno due volte al mese per realizzare un evento a loro piacimento (uscita in discoteca, al cinema …). Il gruppo sarà affiancato dal coordinatore del progetto e da un paio di volontari.
  • Progetti sportivi: come ogni anno Aipd Mantova ha deciso di sostenere i percorsi mirati alla socializzazione e al benessere delle persone con sindrome di Down anche attraverso progetti sportivi. Durante il 2013, in collaborazione con altre associazioni sportive e del tempo libero del territorio, promuove attività sportive per varie discipline:
    • Nuoto: in collaborazione con “Andes”e “ASD Verso” presso la piscina Dugoni, sarà possibile partecipare a percorsi di nuoto anche finalizzati all'attività agonistica, per due volte alla settimana. I percorsi inizialmente pensati per gli adulti, potrebbero essere ampliati per altre fasce d'età su richiesta.
    • Tennis tavolo: in collaborazione con “Associazione sportiva San Pio X”, presso la palestra del dopolavoro ferroviario, è possibile partecipare a percorsi legati all'attività del tennis tavolo. 
    • Calcio: in collaborazione con “ASD Verso”, sarà possibile partecipare all'attività del calcio anche realizzata attraverso tornei organizzati. L'attività sarà realizzata con altre squadre, presenti sul territorio, di persone con difficoltà o disabilità. Saranno presenti anche volontari.
  • “La ricchezza della diversità”: continua il progetto di formazione e sensibilizzazione nelle scuole in collaborazione con altre Associazioni di volontariato e con il CSVM.
  • Progetto di restyling grafico dei materiali informativi della sezione. 
    Progetto di restyling grafico essenziale  per fornire all’associazione materiale più adeguato, aggiornato e con una veste grafica più accattivante rispetto al vecchio materiale risalente al 2005, per la divulgazione di informazioni utili sulla sindrome di Down e sui progetti che l’AIPD Mantova realizza sul territorio provinciale. Tale materiale risulta essere necessario anche per divulgare all’interno di spazi adeguati (consultori familiari, patologia neonatale, progetto Delfino dell’AO “Poma” ecc…) quanto l’Associazione realizza e i servizi che sono a disposizione per le famiglie con un bambino con sindrome di Down.

 

Eventi e feste associative 

  • 10 Febbraio: “Carnevale con noi...” Festa associativa realizzata ad Ostiglia, a sostegno dei progetti dell'Associazione e per una conoscenza anche sul territorio di Ostiglia dell'Aipd.
  • 16 e 17 Marzo: Assemblea nazionale dei soci A.I.P.D. a Roma con rielezione degli organi statutari.
  • 21 Marzo: Giornata Mondiale della Persona con Sindrome di Down.
  • 2 Giugno: “Festa per le famiglie” a Volta Mantovana, pranzo sociale in collaborazione con l’Assessorato allo Sport del Comune di Volta. 
  • 18 Settembre: “A pranzo con noi…a Borgoforte”, pranzo sociale e di raccolta fondi a sostegno dei progetti dell’Associazione. 
  • Ottobre: “Giornata nazionale della persona con sindrome di Down”, come ogni anno l’associazione organizzerà alcuni banchetti informativi e di raccolta fondi.


AIPD sezione di Mantova inoltre partecipa:

  • attraverso il presidente, alle consulte nazionali di A.I.P.D., 
  • attraverso il presidente o vicepresidente al tavolo ASL del terzo settore,
  • attraverso il presidente o delegato agli incontri utili previsti da CSVM o altre Associazioni mantovane,
  • attraverso i suoi operatori, ai corsi di formazioni previsti da A.I.P.D. nazionale,
  • attraverso i propri rappresentanti, a convegni e momenti formativi proposti a livello territoriale o nazionale,
  • attraverso un rappresentante del Cda o al referente scolastico, ai tavoli del terzo settore previsti sul territorio mantovano,
  • attraverso A.I.P.D. nazionale (Fish – federazione superamento dell’handicap),  all’aggiornamento rispetto a tutte le nuove leggi o proposte di leggi o regolamenti a livello nazionale, 
  • al Coordown,
  • al Coordinamento Down Lombardia.